Profilo

La Fondazione SIPEC nasce dal ceppo del Gruppo di engineering SIPEC SpA. Per il Gruppo l’acronimo significa Società di Ingegneria Progetti e Costruzioni. Impegnato nel settore no-profit in Italia ed all’Estero, il Gruppo fondatore decise di darsi assetto istituzionale. Ne nacque la fondazione SIPEC il cui patrimonio era costituito dalle azioni di SIPEC SpA e dal know-how tecnico ed ideale maturato dalla SpA. Nella Fondazione l’acronimo significa: Servizi e Iniziative di Promozione E Cooperazione.

La Sipec Spa una volta avvenuta la successione di Fondazione Sipec negli interventi in atto e nelle prospettive future, cessa di esistere.

  • 24 febbraio 1989: La Fondazione Sipec nasce presso il Notaio Bonardi di Salò (BS) per volontà degli amici, che gravitano attorno a Sipec SpA. Si propone di intervenire a favore di persone e realtà in Italia o all’estero che siano, comunque, in condizioni di bisogno.
  • 13 maggio 1991: Il nostro Ministero degli Interni Italiano, esaminati lo Statuto e le finalità, della proposta Istituzione, con D.M.I del 13 maggio 1991 erige Fondazione Sipec in Ente Morale. Il 29 maggio 91, la Corte dei Conti registra il decreto ed approva lo Statuto.
  • 21 ottobre 1991: L’Unione Europea, col progetto “Irrigazione in Fazenda Santa Lucia, Minas Gerais, Brasile”, riconosce l’idoneità a Fondazione Sipec, dandole accesso ai finanziamenti comunitari per la realizzazione di progetti di cooperazione.
  • 09 agosto 1993: Fondazione Sipec viene ufficialmente riconosciuta come ONG – Organizzazione Non Governativa – dal MAE – Ministero degli Affari Esteri  italiano con D.M. 1993/123/0027797/6 del 09 agosto 1993.
  • 04 dicembre 1997: L’Art. 10, comma 8, del decreto legislativo n. 460 del 1997 sancisce che “sono in ogni caso considerate ONLUS, nel rispetto della loro struttura e delle loro finalità, le organizzazioni non governative riconosciute idonee ai sensi della legge 26 febbraio 1987, n. 49”.

Il Ministero degli Affari Esteri amplierà progressivamente le sue idoneità. In particolare la riconoscerà idonea alla selezione, formazione e l’impiego di volontari in servizio civile, per le attività di formazione in loco di cittadini dei Paesi in Via di Sviluppo e per attività di informazione.