Servizi ed iniziative di promozione e cooperazione

Le difficoltà di questi mesi così difficili hanno anche fatto nascere qualcosa di buono: è il caso di una nuova "variante" della rubrica "Una cartolina per Tia". C'è un oggetto dimenticato che, in questi giorni costretti a casa, avete riscoperto? Che ha accompagnato sensazioni perse? Un angolo di casa, un libro, una poltrona... Curiosate nell'immagine come potrebbe trasformarsi in una cartolina!

Ad Anapolis interventi già in 12 scuole, ora grazie a un accordo triennale il gestore del Servizio idrico integrato e la Onlus bresciana aiuteranno a replicare il progetto “Wash in school” in altri 36 istituti.

Un progetto triennale “Wash in School 36” per migliorare le condizioni igienico sanitarie in 36 scuole comunali di Anapolis (Brasile): attori della convenzione, sottoscritta a novembre con validità triennale, Acque Bresciane e Fondazione Sipec, per un impegno complessivo di oltre 45mila Euro.
Un ponte fra Brescia e il Brasile in nome di una risorsa scarsa e strategica come l’acqua; il 25% della popolazione mondiale si trova già oggi in una condizione di stress idrico, ovvero con concreta difficoltà – se non impossibilità – a utilizzare acqua di qualità. Questo nonostante l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite abbia dichiarato l’accesso all’acqua pulita e sicura un diritto essenziale per la vita e per la dignità umana, fin dal 2010.

Venerdì 27 novembre 2020 si è tenuta l’edizione 2020 del MEETmeTONIGHT, evento legato alla ricerca e quest’anno dedicato al concetto di “Futuro” e quindi di sostenibilità.
L’evento ha coinvolto anche l’Università agli Studi di Brescia e, tra gli interventi previsti, è  stata inserita anche la presentazione della dott.ssa Carmencita Tonelini sul progetto Wash in Schools 36, progetto di cooperazione realizzato in Brasile da Instituto 4 Elementos, Fondazione Sipec, Acque Bresciane e con l’appoggio di altre realtà territoriali. L’intervento è stato trasmesso alle ore 9.40 di venerdì 27 novembre.


Programma Evento

 

Dall’Albania ci giungono buone notizie: Suor Chiara e le consorelle sono arrivate a Burrel e, finalmente, il primo dicembre aprirà il Centro diurno Santa Dorotea con l’inizio ufficiale del doposcuola per i ragazzi. Il progetto “Convivere in armonia. Centro diurno Santa Dorotea” entra quindi nel vivo.
Nei giorni scorsi è stata fatta l’igienizzazione degli ambienti e da lunedì 23 sono iniziate le iscrizioni per gli alunni dalla prima alla quinta elementare che frequenteranno il centro in due turni, mattino e pomeriggio, per svolgere i compiti scolastici. I ragazzi più grandi saranno ospitati dal Centro nel pomeriggio, al termine del doposcuola, per i corsi di chitarra e tastiera.

0
Shares

Sei interessato?

Seguici anche sui nostri canali Social...