Servizi ed iniziative di promozione e cooperazione

Premessa

Il presente Codice Etico stabilisce l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità etiche e sociali di quanti, a vario titolo, partecipano alla vita della Fondazione Sipec, e collaborano alle sue attività: organi statutari, consiglieri, lavoratori, volontari e consulenti. Il Codice disciplina anche le condotte nei rapporti con soggetti terzi: beneficiari, partner, fornitori, enti di finanziamento e donatori, stakeholder. L'applicazione ed il rispetto del Codice da parte di tutti i soggetti coinvolti è considerato elemento imprescindibile nella realizzazione di qualsiasi attività e Fondazione Sipec ne assicura la conoscenza e la diffusione, con l’obiettivo e l’impegno di prevenire atti e comportamenti non conformi e di identificare e sanzionare ogni tipo di violazione da parte di coloro che collaborano direttamente o indirettamente con l’organizzazione.

In quanto Ong riconosciuta dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo (AICS) si precisa che le disposizioni del Codice integrano quelle del “Codice Etico e di Comportamento” dell’Aics e del “Codice di condotta per la prevenzione e il contrasto di molestie, abusi e sfruttamento sessuali per la tutela della dignità dei beneficiari degli interventi di cooperazione allo sviluppo e delle persone che lavorano e operano nelle strutture dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e con l’Agenzia stessa (Codice PSEAH - Protection from Sexual Exploitation, Abuse and Harassment)”. Essi sono disponibili sul sito www.aics.gov.it e trovano applicazione per quanto non espressamente disposto dal presente Codice.

Valori e principi etici di comportamento

La Fondazione Sipec e ogni soggetto che ne fa parte, nell’ambito delle proprie attività e competenze, si impegna a svolgere le attività statutarie ispirandosi ed aderendo ai seguenti principi:

  • il ripudio della guerra: operare per la piena attuazione e rispetto dell’Art. 11 della Costituzione Italiana che recita: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”.
  • L’autonomia e l’indipendenza: operare sempre in totale indipendenza ed autonomia rispetto ad interessi privati e ad orientamenti politici.
  • Le relazioni: entrare in relazione con le istituzioni nazionali e internazionali per contribuire alle policy di cooperazione secondo i valori espressi nel presente codice.
  • Le partnership: praticare, nella realizzazione degli interventi a livello locale, in Italia e all’estero, una prassi di partenariato stabile, utile a garantire il raggiungimento degli obiettivi previsti con risultati durevoli nel tempo.
  • La promozione sociale: includere stabilmente nella propria attività la sensibilizzazione della società civile con l’obiettivo di favorire un cambiamento di attitudine e di politiche a favore della solidarietà e della cooperazione internazionale.
  • L’interculturalità e rispetto delle culture e costumi: operare con rispetto della cultura locale, favorendo il dialogo interculturale e promuovendo i diritti e la dignità della persona, come previsto dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite.
  • La professionalità: avere un approccio professionale e responsabile, volto ad ottenere la massima efficacia, che risponda alle reali necessità e ai bisogni di coloro che, direttamente o indirettamente, beneficiano del sostegno di Fondazione Sipec.
  • La trasparenza: garantire una gestione trasparente, sia nei confronti dei donatori, sia nei confronti dei partner, riconoscendo come azione indispensabile del proprio agire, il rendiconto delle attività, tanto sul piano finanziario che su quello dell’efficacia degli interventi.
  • I diritti dei donatori: riconoscere, nelle attività di fundraising, i diritti dei donatori ad essere informati sulle finalità progettuali, sulla mission dell’organizzazione e sull’utilizzo delle erogazioni. Riconoscere il contributo del donatore come essenziale per il raggiungimento delle finalità progettuali.
  • La correttezza e la lealtà: assumere comportamenti corretti e leali in tutte le proprie attività, in particolare nelle situazioni di potenziale concorrenza nei confronti di altri enti e associazioni no-profit con particolare riferimento all’impiego delle risorse umane.  

Relazioni interne ed esterne

Fondazione Sipec intrattiene rapporti costruttivi, continuativi e trasparenti con tutti i soggetti che con essa si relazionano, con particolare riguardo alle pubbliche amministrazioni, organizzazioni non profit, donatori, destinatari delle attività, risorse umane coinvolte nelle attività istituzionali, media, organizzazioni di settore e della società civile. Fondazione Sipec considera la condotta delle organizzazioni con cui si relaziona sotto il profilo della serietà e dell’affidabilità, ponendo attenzione alla loro eventuale implicazione in attività illecite, lesive dei diritti umani, dannose per la salute e sicurezza dell’uomo e della natura.

RELAZIONI CON I DONATORI

Nel realizzare le proprie attività in Italia e all’estero, Fondazione Sipec si avvale di finanziamenti pubblici e privati e di risorse proprie. Fondazione Sipec:

  • non accetta donazioni provenienti da fonti non compatibili con il presente Codice Etico. In particolare rifiuta donazioni sia di materiali e servizi che di denaro provenienti da soggetti che non rispettano i diritti umani, la salute umana, i diritti dell’infanzia, dei lavoratori e dell’ambiente;
    • mantiene la propria indipendenza da interessi privati e/o orientamenti politici. Di conseguenza, nella realizzazione delle attività gli obiettivi non potranno assoggettarsi agli interessi dei finanziatori;
    • diversifica le fonti di finanziamento attraverso attività di fundraising presso singoli cittadini, enti privati, enti pubblici, aziende e organizzazioni no-profit, così da mantenere la propria autonomia e garantire la continuità delle proprie attività;
    • garantisce la massima redditività delle giacenze con una politica degli investimenti rispettosa delle proprie vision e mission e dei principi del Codice, assicurando trasparenza ed efficienza nei processi decisionali d’investimento. Fondazione Sipec garantisce la massima trasparenza e correttezza nei confronti del donatore o sostenitore in relazione al proprio operato ed adotta principi di trasparenza e correttezza nella gestione delle donazioni, liberalità e contributi. Fondazione Sipec afferma il diritto del donatore ad essere informato sulla natura, sulle caratteristiche della mission e sulle finalità dell’Organismo. Al donatore è riconosciuta la possibilità di conoscere le modalità di utilizzo del proprio contributo, anche riguardo ad eventuali vincoli o oneri apposti alla liberalità o erogazioni vincolate. Fondazione Sipec si impegna a comunicare i risultati ottenuti grazie alle donazioni, liberalità e contributi ricevuti mantenendo, se richiesto, il rispetto dell’anonimato del donatore. Le risorse ricevute saranno utilizzate secondo criteri di efficacia, pertinenza ed efficienza. I donatori e sostenitori attraverso il proprio concreto sostegno aderiscono ai valori ed alla mission di Fondazione Sipec.

RELAZIONI CON I BENEFICIARI

I beneficiari devono essere pienamente coinvolti nelle scelte che attengono alla definizione delle azioni che li vedono interessati e devono essere informati in modo trasparente sulle attività e sui risultati dei progetti. Nella relazione con i beneficiari l’organizzazione deve, oltre a quanto già esposto nei principi generali:

  • informare sui principi etici a cui si ispirano i collaboratori ed i partner;
  • favorire la creazione di gruppi di beneficiari, che possano esprimere un loro giudizio e fornire un riscontro sullo sviluppo delle attività e sulla qualità dei servizi loro erogati.

RELAZIONI CON I PARTNER

  • Nell’ambito delle proprie attività, l’organizzazione:
  • opera con l’obiettivo di costruire relazioni durature sulla base degli effettivi bisogni dei beneficiari e della sostenibilità dei progetti realizzati;
  • promuove e favorisce il coinvolgimento attivo di partner, in Italia e all’estero, per la realizzazione delle attività e il perseguimento dei propri obiettivi;
    • si impegna a offrire formazione, sviluppare le competenze e creare professionalità nelle organizzazioni con cui collabora, con l’obiettivo di favorire una gestione diretta delle attività e delle risorse da parte dei partner stessi;
  • non intrattiene rapporti di dipendenza con enti che hanno finalità di lucro, né accetta di avere rapporti che limitano le libertà di movimento e di decisione rispetto agli obiettivi e alle finalità dichiarate. La scelta dei partner (in Italia e all’estero) per la realizzazione di attività condivise è improntata ai seguenti criteri:
    • condivisione dei principi etici, della mission dell’organizzazione e degli obiettivi;
  • assenza di fini di lucro relativamente alle attività condivise;
    • competenza e affidabilità.

RELAZIONI CON I FORNITORI

Nella relazione con i fornitori Fondazione Sipec si ispira principalmente a parametri obiettivi legati a responsabilità sociale, eticità, sostenibilità, qualità, convenienza, prezzo, capacità e efficienza, tali da permettere di impostare un rapporto fiduciario.  

RELAZIONI CON DIPENDENTI, COLLABORATORI, VOLONTARI, MEMBRI DEGLI ORGANI STATUTARI

Le risorse umane sono considerate un elemento fondamentale per la Fondazione. La dedizione e la professionalità degli operatori sono valori e condizioni determinanti per il conseguimento degli scopi e degli obiettivi dell’organizzazione. Tutte le persone coinvolte, a qualsiasi titolo, nelle attività sono responsabili eticamente dei propri comportamenti e consapevoli di rappresentare con le proprie azioni l’organizzazione stessa. L’organizzazione promuove la partecipazione ed il coinvolgimento degli operatori nella gestione dell’organizzazione e delle attività. A ogni persona dell’organizzazione è richiesta la conoscenza e il rispetto dei principi del Codice Etico.

IMPARZIALITÀ E CONFLITTI DI INTERESSE

Ogni decisione attinente alle attività di Fondazione Sipec deve essere adottata per il bene dell’Organismo e per il perseguimento dei suoi obiettivi strategici; deve altresì essere fondata su valutazioni oggettive e comprovabili, senza essere influenzata dall’aspettativa di benefici personali, diretti o indiretti.